Io sto con te: ospitalità di soccorso per genitori (padri) separati dai figli

Lunedì 19 marzo (giorno della festa del papà) alle ore 10.30, conferenza stampa convocata dall’Associazione San Cristoforo un pezzo di strada insieme e dalla Fondazione di Comunità Munus.

Tema della Conferenza stampa è la presentazione del progetto di ospitalità di soccorso per genitori (padri) separati dai figli che è stato chiamato ‘Io sto con te’ che sarà sostenuto anche dalla Fondazione Munus. Il Presidente della Fondazione, dott. Giorgio Delsante, illustrerà le modalità del sostegno all’iniziativa dell’Associazione San Cristoforo.

Si prevede di inaugurare il servizio il 6 maggio (giorno della festa della mamma), con l’apertura del primo appartamento, al quale ne seguiranno altri nei successivi mesi. Tale progetto è stato avviato grazie al contributo del Gruppo Immobiliare Paluan e reso possibile anche grazie al supporto della Fondazione Pizzarotti che verserà una somma di Euro 8.500, utili per la ristrutturazione di questo primo appartamento.

Io sto con te è un servizio di cohousing (coabitazione) che prevede l’affiancamento dei genitori (padri) ospiti affinché si realizzi la bigenitorialità, così come previsto dalla legge. Bigenitorialità significa che i figli, a seguito della separazione dei genitori, non devono perdere uno dei due genitori (il padre), ma hanno diritto a continuare ad avere due genitori i quali hanno il dovere di tenere al primo posto il progetto educativo genitoriale. Una coppia affettivamente divisa, deve restare una coppia genitorialmente unita, almeno per i primi venti anni di vita del figlio. Questo è un ideale, ma anche una reale necessità e un obbligo morale per chi decide di dare alla luce un figlio. Con il progetto intendiamo rimuovere le cause che sembrano impedire la bigenitorialità e promuovere un percorso che dia serenità, soprattutto a chi deve crescere e diventare uomo.

I genitori riceveranno un alloggio, incluse tutte le spese abitative, e se richiesto anche un supporto alimentare. I genitori ospiti dovranno partecipare mensilmente ai costi e seguire un percorso condiviso prima dell’ingresso con una équipe multidimensionale partecipata dai servizi sociali del territorio, da specialisti in psicologia, neuropsichiatria infantile e legali esperti in diritto di famiglia.

Vogliamo dare una casa ai figli e ai padri separati, non solo un tetto, ma un luogo in cui vivere, passare del tempo e poter avere una relazione con il padre. A fronte del fallimento di una relazione fondamentale come quella con la moglie, i padri possono reagire in modo positivo mantenendosi ‘in relazione’, non chiudendosi in se stessi, ma sviluppando una nuova rete relazionale che non li isoli. Il servizio intende supportare gli ospiti anche in questo, attraverso il coinvolgimento di varie associazioni del mondo educativo, del volontariato, del territorio ed ecclesiale.

Lascia un commento

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

L'ASSOCIAZIONE
EFFETTUA:
di piccola entità
a Parma e provincia
di materiale vario
PER INFORMAZIONI
331.1337103